BEIT LIVE e l’ISTITUTO ITALIANO di CULTURA a BRUXELLES
presentano:

“BUM HA I PIEDI BRUCIATI” – Uno spettacolo sulla vita di Giovanni Falcone

di e con Dario Leone
scene e luci: Massimo Guerci
regia: Dario Leone

“Bum ha i piedi bruciati” è uno spettacolo teatrale che narra, dal punto di vista intimo e umano, la vita di Giovanni Falcone e la sua lotta testarda e rivoluzionaria contro la mafia. 
Lui era una persona allegra, ironica, innamorata della Vita e della Libertà. E noi la sua storia la raccontiamo partendo da qui.

Lo spettacolo è patrocinato dalla Fondazione Giovanni e Francesca Falcone di Palermo, presieduta da Maria Falcone.

E’ liberamente tratto dal romanzo per bambini “Per questo mi chiamo Giovanni”, di L. Garlando. Partendo da quell’impianto narrativo, attraverso un lungo studio di scritti, interventi, articoli di Giovanni Falcone, si approfondiscono diversi aspetti, tecnici e aneddotici, della storia del Magistrato e della rivoluzione da lui attuata nel combattere la Mafia.
Questa costruzione dello spettacolo lo rende adatto ad un pubblico di tutte le età: è fruibile dai più giovani, che conosceranno una delle pagine più importanti della nostra Storia recente; e dai meno giovani, che si troveranno a scoprire nuovi particolari, prima sconosciuti, di questa storia.

La scenografia è composta da elementi mobili ed essenziali, che assumono di volta in volta valenze e impatti diversi arricchendo così la narrazione. Anche questa è una scelta legata alla storia raccontata: elementi essenziali si trasformano in palazzi, spiagge, aule di tribunale…così come le idee e le intuizioni di Giovanni Falcone si trasformarono in efficaci strumenti di lotta alla Mafia, utilizzati ancora oggi in tutto il mondo.

SINOSSI
Durante un giro per la città di Palermo, nei luoghi-chiave della vita di Giovanni Falcone, un giovane padre palermitano ripercorre la gloriosa e tragica vicenda italiana attorno alla vita del Giudice.
Il racconto del protagonista è basato sui suoi ricordi, e inevitabilmente si lega alle sue vicende personali, alla nascita di suo figlio, alla sua vita in una società in cui la criminalità organizzata da sempre si nasconde e si diffonde, lenta e silenziosa.
Bum è un orango di peluche, il giocattolo preferito di suo figlio, e assieme a lui, e tramite lui, la storia inizia e si snoda alternando leggerezza e profondità, senza rinunciare a sorridere.

Info: www.beitlive.com e www.iicbruxelles.esteri.it

Share

mde

Share

No comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>